Un aiuto agli indios aymara della Bolivia

Gli abitanti dell'altopiano boliviano vivono in condizioni di estrema povertà e basano la loro sussistenza su magre coltivazioni di patate e quinua, e sull'allevamento di lama e mucche.

Questo progetto di cooperazione non è un'opera di beneficenza, ma vuole aiutare i campesinos a sviluppare delle attività produttive. L'idea è quella di fornire loro le materie prime e gli strumenti perché possano portare avanti da soli queste iniziative.

Attualmente sono in corso dei progetti con gli abitanti della municipalità di Viacha, un insieme di villaggi sparsi sull'altopiano a est di La Paz, a 4000 metri di altezza.


E' stata costruita una scuola.
E' quell'edificio alle spalle dei bambini.

Ora è in progetto un piccolo parco giochi.

Sono state costruite delle stalle.

Se di notte sono al riparo, le mucche fanno molto più latte, anche 4-5 volte di più.

Il tetto delle stalle è in lamiera, e il soffitto è di paglia, per schermare il freddo.





Le iniziative sono sempre prese insieme agli abitanti dei villaggi.
Agosto 2012: Alba Zanini e Leonor La Hera Gutierrez discutono con i campesinos sullo stato dei progetti.


E' stato iniziato un allevamento di trote, con l'idea di venderle in alternativa alle famose trote del lago Titicaca, sempre più inquinato.


Sono state costruite delle serre.
Insalata e prezzemolo a 4000 metri !



Sono stati comperati dei telai.

Le donne hanno imparato a tessere e producono delle sciarpe di alpaca, che sono vendute in Italia.

Questo è il medico di uno dei villaggi.

Si sta cercando di procurargli un'automezzo, così che non debba usare più la moto da cross per portare i malati e le partorienti all'ospedale.


Gli indios di Viacha ringraziano gli amici italiani!

Se volete contribuire a questo progetto contattate Alba Zanini
che coordina l'attività in Italia, oppure l'associazione FIDAPA.



Foto di Silvia Vernetto e Paolo Lipari